Skip to content

CERTIFICATI DI MALATTIA: TRASMISSIONE TELEMATICA

CERTIFICATI DI MALATTIA: TRASMISSIONE TELEMATICA

A partire dal 17 GIUGNO 2011 il datore di lavoro non potrà più richiedere al lavoratore assente per malattia, l’invio della copia cartacea dell’attestazione di malattia, ma dovrà prenderne visione tramite i servizi resi disponibili dall’INPS(invio tramite PEC o visualizzazione tramite PIN sul sito internet dell’Istituto);
Viene istituito un periodo transitorio di tre mesi dalla data di pubblicazione della circolare (circ.n.4 del 18/03/2011)entro il quale il datore di lavoro del settore privato potrà richiedere al proprio lavoratore l’invio della copia cartacea del certificato di malattia.

Riassumiamo di seguito il nuovo percorso della certificazione della malattia.

Il lavoratore dovrà:

  • Fornire al medico curante la propria tessera sanitaria;
  • Chiedere al medico il numero di protocollo identificativo del certificato inviato per via telematica (può richiedere anche la copia cartacea o invio pdf alla propria casella di posta elettronica) e comunicarlo al datore di lavoro qualora lo richieda;
  • Segnalare tempestivamente al proprio datore di lavoro la propria assenza e l’indirizzo di reperibilità, qualora diverso dalla residenza o domicilio abituale.

 Qualora risulti impossibile, per il medico, inviare telematicamente il certificato di malattia, il lavoratore deve recapitare, o inviare a mezzo raccomandata con avviso di recapito, l’attestazione al proprio datore di lavoro e, ove previsto, il certificato di malattia all’INPS.

 Il datore di lavoro, potrà prendere visione del certificato esclusivamente tramite i servizi messi a disposizione dall’INPS:

  • Accesso diretto al sistema INPS tramite codice PIN;
  • Ricezione dei certificati alla casella di posta elettronica certificata (PEC) indicata all’INPS in sede di domanda del servizio.

 Si chiarisce che è onere del datore di lavoro richiedere all’INPS l’attivazione del servizio di invio automatico delle attestazioni di malattia alla posta elettronica certificata o l’attivazione di un codice PIN.

 Il Ministero del Lavoro, chiarisce inoltre che i datori di lavoro potranno:

avvalersi dei servizi  sopra descritti anche tramite i propri intermediari, (commercialisti e consulenti del lavoro).

Riportiamo di seguito un esempio di richiesta di attivazione del servizio di ricezione dei certificati alla casella di posta elettronica certificata (PEC), da parte di una singola azienda all’INPS :

Con la presente sono a richiedere l’invio dei certificati di malattia dei dipendenti della ditta

 

STUDIO AQUILANI LORELLA

Via Tiburtina 595

00159 – Roma

 

Codice Fiscale : QLNLLL64T53H501Y

Partita IVA   : 04147991006

Matricola INPS : 70 XXXXXXXXX 00

Allo scrivente indirizzo e-mail e precisamente: lorella.aquilani@pec.commercialisti.it

Si avvertono i Sigg.ri CLIENTI che potranno avvalersi dello Studio Aquilani per la consultazione periodica dei certificati medici di malattia dei propri dipendenti,appena l’INPS permetterà la consultazione anche agli intermediari,(attualmente non è ancora disponibile) ma che questo servizio sarà effettuato a pagamento da questo studio al prezzo di € 5,00 a certificato