Skip to content

Forfettari: la check-list

SCHEDA DI RACCOLTA DATI PER VERIFICARE L’ACCESSO AL REGIME FORFETTARIO

forfettari forfettari-2

forfettari  

Note 1. Ai fini del calcolo del predetto limite:-  per i beni in locazione finanziaria rileva il costo sostenuto dal concedente;

–  per i beni in locazione, noleggio e comodato rileva il valore normale dei medesimi (determinato ai sensi dell’art. 9 TUIR);

–  i beni, detenuti in regime di impresa o arte e professione, utilizzati promiscuamente per l’esercizio dell’impresa, dell’arte o professione e per l’uso personale o familiare del contribuente, concorrono nella misura del 50%.

 

Esclusioni •     Non rilevano:-       beni il cui costo unitario non è superiore a € 516,46;

–       beni immobili, comunque acquisiti, utilizzati per l’esercizio dell’impresa, dell’arte o della professione.

 

2. La verifica della suddetta prevalenza non è, comunque, rilevante se il rapporto di lavoro è cessato o la somma dei redditi d’impresa, dell’arte o professione e di lavoro dipendente o assimilato non eccede l’importo di € 20.000.

 

Tavola n. 1 Tabella limiti di ricavi

 

Progres. Gruppo di settore Codici attività ATECO 2007 Valore sogliadei ricavi/

compensi

Redditività
1 Industrie alimentari e delle
bevande.
(10-11) 35.000 40%
2 Commercio all’ingrosso e al
dettaglio.
45 – (da 46.2 a 46.9) – (da 47.1 a 47.7) – 47.9 40.000 40%
3 Commercio ambulante di
prodotti alimentari e bevande.
47.81 30.000 40%
4 Commercio ambulante di altri prodotti. 47.82 – 47.89 20.000 54%
5 Costruzioni e attività immobiliari. (41 – 42 – 43) – (68) 15.000 86%
6 Intermediari del commercio. 46.1 15.000 62%
7 Attività dei servizi di alloggio e di ristorazione. (55 – 56) 40.000 40%
8 Attività professionali, scientifiche, tecniche, sanitarie, di istruzione, servizi finanziari ed assicurativi. (64 – 65 – 66) – (69 – 70 – 71 – 72 – 73 – 74 – 75) – (85) – (86 – 87 – 88) 15.000 78%
9 Altre attività economiche. (01 – 02 – 03) – (05 – 06 – 07 – 08 – 09) – (12 – 13- 14 – 15 – 16 – 17 – 18 – 19 – 20 – 21 – 22 – 23 – 24 – 25 – 26 – 27 – 28 – 29 – 30 – 31 – 32 – 33) – (35) – (36 – 37 – 38 – 39) – (49 – 50 – 51 – 52 – 53) – (58 – 59 – 60 – 61 – 62 – 63) – (77 – 78 – 79 – 80 – 81 – 82) – (84) – (90 – 91 – 92 – 93) – (94 – 95 – 96) – (97 – 98) – (99) 20.000 67%
Notabene Individuazionelimiti di ricavi ·    Ai fini dell’individuazione del limite dei ricavi e compensi per l’accesso al regime:-  non rilevano i ricavi e i compensi derivanti dall’adeguamento agli studi di settore e ai parametri;

–  nel caso di esercizio contemporaneo di attività contraddistinte da differenti codici ATECO, si assume il limite più elevato dei ricavi e dei compensi relativi alle diverse attività esercitate.

 

·    Il sottoscritto, al fine di poter usufruire della possibilità di ridurre di 1/3 il reddito determinato, dichiara:-  di non aver esercitato, nei 3 anni precedenti l’inizio dell’attività, attività artistica, professionale o d’impresa anche in forma associata o familiare;

–  l’attività da esercitare non costituisce, in nessun modo, mera prosecuzione di altra attività precedentemente svolta sotto forma di lavoro dipendente o autonomo (escluso il caso in cui l’attività precedentemente svolta consista nel periodo di pratica obbligatoria ai fini dell’esercizio di arti o professioni);

–  qualora sia proseguita un’attività svolta in precedenza da altro soggetto, l’ammontare dei relativi ricavi e compensi, realizzati nel periodo d’imposta precedente quello di riconoscimento del predetto beneficio, non è superiore ai limiti previsti per l’accesso al regime.

………………………………………………….
(Firma)

 

·    Il sottoscritto dichiara di aver preso visione della sintetica tavola di confronto fra regimi e di aver deciso di non optare per l’applicazione dell’IVA e delle imposte sul reddito nei modi ordinari. 

Elementi Regime forfetario Regime ordinario
Applicazione IVA No
Detrazione IVA No
Calcoloreddito Imprese [(Ricavi – costi) x percentuale prevista] – Contributi Ricavi – Costi per competenza
Professionisti [(Compensi – spese) x percentuale prevista] – Contributi Compensi – Spese per cassa
Deducibilità contributi Dal reddito d’impresa/lavoro autonomo Dal reddito complessivo
Deducibilità costo beni strumentali No Sì (ammortamenti)
Tassazione Imposta sostitutiva 15% Irpef ordinaria
Studi di settore No
Spesometro No
Black-list No

 

………………………………………………….
(Firma)

 

·    Il sottoscritto si impegna a comunicare tempestivamente allo Studio la variazione di qualunque delle condizioni precedentemente valutate al fine dell’accesso al presente regime.

………………………………………………….
(Firma)