Skip to content

La quattordicesima. I limiti reddituali 2014

Premessa

L’INPS, con il messaggio n. 1630 del 29 gennaio 2014, ha comunicato che nel mese di luglio, ovvero nell’ultima mensilità corrisposta nell’anno, sarà erogata la somma aggiuntiva (la c.d. “quattordicesima”) in favore dei pensionati pubblici che hanno o avranno nel corso del 2014 64 anni di età, sempreché rientrino nel limite reddituale di € 9.776,91 annui (€ 752,07 mensili), equivalente a 1,5 volte il trattamento minimo dell’INPS.

I redditi presunti 2014

Affinché i pensionati possano godere della c.d. “quattordicesima mensilità” dovranno trasmettere – su specifica richiesta da parte dell’INPS – la dichiarazione dei redditi individuali presunti, diversi da pensione, riferiti all’anno 2014.

Quanto alle tempistiche di presentazione della documentazione, è possibile distinguere due casi ben precisi:

 

L’importo della quattordicesima

La informiamo, inoltre, che per quest’anno l’importo della quattordicesima varia in base agli anni di contribuzione dal pensionato, così come specificato appresso:

Lavoratori dipendente

(anni di contribuzione)

Somma aggiuntiva

(Anno 2007)

Somma aggiuntiva

(dal 2008)

Fino a 15

€ 262

€ 336

Oltre 15 fino a 25

€ 327

€ 420

Oltre 25

€ 392

€ 504

 

Lavoratori autonomi

(anni di contribuzione)

Somma aggiuntiva

(Anno 2007)

Somma aggiuntiva

(dal 2008)

Fino a 18

€ 262

€ 336

Oltre 18 fino a 28

€ 327

€ 420

Oltre 28

€ 392

€ 504

 Gli esclusi

Nel caso in cui il pensionato non sia in possesso dei requisiti anagrafici e reddituali richiesti, le Sedi territorialmente competenti notificheranno agli interessati sia la mancata corresponsione della somma sia le motivazioni che hanno portato a tale decisione.