Skip to content

LAVORATORI DIPENDENTI

Detrazioni carichi di famiglia (art. 12 TUIR)
Per effetto del “DL sviluppo” (DL n. 70 del 13/05/2011, art. 7, convertito nella L. 106/2011), i lavoratori dipendenti e i titolari di redditi assimilati al lavoro dipendente (es. collaboratori) non hanno più l’obbligo di dichiarare annualmente al sostituto d’imposta, affinché ne tenga conto in sede di ritenuta sui redditi corrisposti, i dati relativi alle detrazioni IRPEF per i familiari fiscalmente a carico, ai sensi dell’art. 12 del TUIR.
In assenza di variazioni, infatti, la suddetta dichiarazione al sostituto d’imposta ha effetto anche per i periodi di imposta successivi, come avveniva prima dell’entrata in vigore della Legge Finanziaria 2008, che ha introdotto l’obbligo della dichiarazione annuale.
L’obbligo di presentare al sostituto d’imposta una nuova dichiarazione sussiste quindi solo in caso di variazione dei dati precedentemente comunicati (es. coniuge o figlio che cessa di essere fiscalmente a carico, nascita di un figlio, ecc.).

 

Detrazioni lavoro dipendente/redditi assimilati (art. 13 TUIR)
L’obbligo di presentare al sostituto d’imposta la dichiarazione di spettanza delle detrazioni viene totalmente abolito con riferimento alle detrazioni IRPEF per reddito di lavoro dipendente/assimilati di cui all’art. 13 del TUIR. Pertanto tali detrazioni si considerano automaticamente spettanti a tutti, salvo particolari situazioni di non spettanza che eventualmente gli interessati provvederanno a comunicare al momento opportuno al proprio datore di lavoro.