Skip to content

LE NOVITÀ RELATIVE ALLA RESPONSABILITÀ SOLIDALE DELL’APPALTATORE CON IL SUBAPPALTATORE

Gentile Cliente,

Le inoltriamo la presente per comunicarLe che il Decreto Crescita ha introdotto sostanziali novità nel settore dell’edilizia e in particolare per quanto riguarda i contratti di subappalto.

E’ stata introdotta la responsabilità solidale dell’appaltatore con il subappaltatore per i debiti tributari di quest’ultimo e la possibilità da parte dello stesso appaltatore di bloccare i pagamenti nei confronti del subappaltatore nel caso in cui non riceva idonea documentazione relativa alla buona condotta fiscale e tributaria di quest’ultimo.

Oltre a ciò, è stata prevista l’applicazione di una sanzione amministrativa che va da 5.000 a 200.000 euro per il committente in caso di omesso versamento dell’Iva e delle ritenute.

La norma implica tutta una serie di adempimenti anche per gli operatori del settore (commercialisti, consulenti, caf, ecc.), che possono apporre un visto di conformità ai documenti contabili del subappaltatore per accertarne la “buona tenuta”.

Va osservato che la norma è già in vigore dal 12 agosto 2012, ma mancano le disposizioni attuative per poterla applicare.

 

Analizziamo le novità introdotte facendo riferimento ai due soggetti coinvolti:

–        l’appaltatore;

–        il committente.

 

L’appaltatore

 Per quanto riguarda l’appaltatore, viene prevista la sua responsabilità solidale con il subappaltatore con riferimento al versamento:

–        delle ritenute sul lavoro dipendente;

–        dell’Iva sulle prestazioni di subappalto.

Questa responsabilità è limitata all’ammontare del corrispettivo dovuto e, contrariamente alla precedente versione della disposizione, non ha più il limite temporale dei due anni dalla cessazione dell’appalto.

 

L’appaltatore può svincolarsi dalla responsabilità solidale e tale possibilità è legata ora a criteri oggettivi. L’appaltatore deve ottenere, prima di procedere al pagamento del corrispettivo, la documentazione attestante che i versamenti di ritenute e Iva scaduti sono stati correttamente eseguiti.

 

Vi è la possibilità (e non l’obbligo) che tale documentazione consista nell’asseverazione rilasciata da uno dei soggetti abilitati previsti dalla norma (commercialisti, consulenti del lavoro, responsabili Caf, ecc.).

Nell’attesa della documentazione, l’appaltatore può sospendere il pagamento delle prestazioni. In caso di pagamento senza verifica opera la responsabilità solidale verso l’Erario.

 

Il committente

Per il committente, d’altro canto, è prevista la medesima solidarietà, nel caso procedesse a pagare l’appaltatore senza aver prima preteso l’esibizione della documentazione (relativa sia all’appaltatore che a tutti i subappaltatori), ma tale rischio non si esplica nella responsabilità solidale con le altre parti, quanto nella sanzione amministrativa da 5.000 a 200.000 euro, che gli verrà applicata qualora un soggetto legato all’appalto non abbia correttamente effettuato i versamenti con F24 relativi alle ritenute e all’Iva.

 

Esclusione

Il legislatore ha precisato che queste regole si applicano agli appalti conclusi da:

–        soggetti Iva;

–        dai soggetti Ires degli articoli 73 e 74 (società, enti commerciali e non, pubbliche amministrazioni, ecc.);

con l’esclusione delle stazioni appaltanti dei contratti pubblici (decreto legislativo 163/2006).

Sono, inoltre, liberi da solidarietà i rapporti con società degli enti locali e con chi esegua lavori pubblici di importo superiore a 1 milione di euro (o servizi di valore di 211.000 euro) con un contributo del 50% dell’importo dei lavori. Per tali lavori e servizi vi sono controlli e sistemi di esazione già efficaci (es. fermo amministrativo).

Nel caso foste interessati a delegare lo Scrivente Studio all’apposizione del visto di conformità relativo alla documentazione contabile dell’appalto (consci del fatto che i provvedimenti che disciplinano l’asseverazione non sono ancora stati emanati dal Ministero), Siete pregati di prendere contatto con il dott. ___________________, il quale Vi fornirà tutte le informazioni del caso.