Skip to content

Proroga TASI

Versamento TASI

Il versamento della TASI è legato alla pubblicazione delle delibere da parte dei Comuni con cui vengono stabilite aliquote e detrazioni dell’imposta.

Per le abitazioni principali e pertinenze (oltre che per immobili assimilati alle stesse) i sindaci devono approvare le aliquote Tasi entro il 23 maggio 2014 per la pubblicazione entro il 31 maggio 2014.

In caso di mancata pubblicazione, il versamento viene automaticamente fatto slittare al 16 dicembre 2014, senza necessità di proroga.

Per “gli altri immobili” la determinazione delle aliquote e delle detrazione doveva trovare rispondenza nelle delibere da approvare entro il 31 maggio 2014. Tuttavia, solo una piccola parte dei Comuni vi aveva provveduto.

 

La proroga

Con il comunicato del MEF n° 128 del 19.05.2014 è stato annunciato che “nei Comuni che entro il 23 maggio non avranno deliberato le aliquote, la scadenza per il pagamento della prima rata della Tasi è prorogata da giugno a settembre. Per tutti gli altri Comuni la scadenza per il pagamento della prima rata della Tasi resta il 16 giugno”.

 

Dunque, per gli immobili diversi dall’abitazione principale, se i comuni non delibereranno entro il 31 maggio 2014 (e non entro il 23 come specificato erroneamente dal Ministero), il versamento verrà prorogato al 16 Settembre 2014.

Dopo la proroga, i termini di versamento della TASI sono i seguenti:

 

Fattispecie Delibera pubblicata sul sito del MEF entro il 31 Maggio Termine di versamento
Abitazione principale e assimilate SI 16 giugno 2014 in acconto (o in un’unica soluzione). Il saldo va pagato il 16 dicembre 2014.
NO 16 dicembre 2014 in un’unica soluzione
  Delibera approvata entro il 31 Maggio  
Immobili diversi dall’abitazione principale SI 16 giugno 2014 in acconto. Il saldo si versa il 16 dicembre.
NO 16 settembre 2014 in acconto. Il saldo si versa il 16 dicembre.